venerdì 10 maggio 2013

Il bibliotecario di NY

Potevo lasciarmi sfuggire un libro dal titolo simile? No che non potevo visto che NY è il mio sogno segreto e visto il tipo di lavoro che faccio.


Dopo un’epidemia, un grave attacco terroristico e il crollo di Wall Street, New York è in ginocchio. Mentre la città tenta faticosamente di risollevarsi, fa la sua comparsa un misterioso veterano senza nome e senza memoria, Dewey Decimal, che decide di vivere nella biblioteca pubblica sulla Quarantaduesima. Dopo aver scelto l’edificio come sua dimora, si è assunto l’incarico di archiviare l’intera collezione bibliografica, sprofondata nel caos in seguito al collasso della rete informatica. Un grande amore per la letteratura e una certa ossessività maniaco- compulsiva fanno sì che il più forte desiderio dell’uomo sia poter riorganizzare il magazzino della biblioteca. Il suo impegno nella catalogazione dei libri viene occasionalmente turbato da un procuratore corrotto, Rosenblatt, che lo contatta ogniqualvolta abbia del lavoro sporco da sbrigare. Ora la sua missione è uccidere Yakiv Shapsko, il leader della comunità ucraina a New York, ma Dewey verrà presto risucchiato in una spirale di crimini, tradimenti e antiche vendette che lo costringeranno ad affrontare il buco nero del suo passato e a fare i conti con la sua vera identità.


 


Ok, anche io sto riorganizzando e archiviando... adesso devo solo andare a fare fuori qualche collega. Ho già qualche nome in mente!

2 commenti:

  1.  ho letto anche io quel libro:)

    RispondiElimina
  2.  @Gabibba sai che non mi è piaciuto! Sono rimasta molto delusa

    RispondiElimina